Inheritance - Christopher Paolini Ho voluto leggere questo libro perché avevo letto tutti i precedenti, e ormai ero curiosa di sapere come si sarebbe conclusa la saga. L'inizio del libro è terribile, lentissimo e pieni di scene insignificanti e che, si nota benissimo, sono state inserite solo per allungare un pò. Sinceramente, era necessario spendere un capitolo sulla figlia di Horst con il labbro leporino? Non me ne importava niente, onestamente, e non ha nessuna rilevanza per la storia, perché Paolini mi ha costretta a leggere un capitolo intero su di lei? Perché Nasuada perde pagine e pagine a descrivere le unghie del sue carceriere se poi sono del tutto insignificanti? Mi aspettavo davvero che quelle unghie avessero chissà quale potere magico, ed invece.. niente!! Paolini ha dovuto tirare in ballo troppe cose "nuove" ( le uova ad esempio ) che secondo me hanno rovinato la trama. Se i draghi dovevano estinguersi, così sia, perché non riesce a far finire niente in maniera drammatica? Ha perfino salvato Murtagh che, tra l'altro, peggiora di libro in libro ma alla fine si redime. La sua presunta storia con Nasuada poi sembra un pò una fanfiction e i fan l'avevano intuita da parecchio tempo. La fine di Galbatorix non mi è piaciuta, nè quella del drago nero. Sinceramente avrebbe potuto venir fuori con qualche finale ad effetto un pò più interessante. Il drago verde poi? Arya è una scelta banalissima.