City of Bones - Cassandra Clare La storia all'inizio sembrava anche interessante, ma si perde dietro a personaggi mal riusciti e a uno scopiazzamente evidente di Harry Potter/Star Wars. Quelli che dovrebbero essere dei colpi di scena nella trama sono in realtà abbastanza prevedibili e alcune scene sembrano veramente un copia-incolla dei libri di Harry Potter tanto che alcuni personaggi sono così tanto "ispirati" da poter dire che sono assolutamente copiati.
Clary è una perfetta Mary Sue e come tutte le Mary sue è insopportabile. Non solo è bella, simpatica,intelligente, superdotata ma è anche la figlia segreta di Valentine, sì, il cattivissimo cattivone della storia. Scopre di essere una shadow hunter per caso e una volta entrata nel "gruppo", formato solo da teen assolutamente attraenti tutti si innamorano di lei. Jace, è il classico protagonista maschile da associare ad una Mary Sue come Clary, è biondo, bellissimo, il più bravo cacciatore che abbia mai messo piede sulla terra, sprezzante del pericolo e con la battuta sempre pronta, insomma, terribilmente fastidioso. Isabella e Alec sono forse gli unici due personaggi che si salvano in tutta la storia, lei perché fa la parte della ragazza troppo bella per essere vera ma che nessuno si fila più di tanto ( certo, tutti vanno dietro alla protagonista ) e Alec perché è l'unico a trattare Mary/Clary come merita.
Clary riesce a far innamorare di sè tutti gli individui di sesso maschile che entrano nel libro ( o quasi ) , l'unico immune al suo fascino è Alec ma solo perché è gay, altrimenti anche lui avrebbe sbavato dietro alla cara Mary Sue della storia.