Amore, zucchero e cannella - Amy Bratley

Questo libro fa venir fame. Possibile che non facciano altre che bere ( Juliet è costantemente ubriaca, inizio a pensare che l'autrice abbia seri problemi di alcolismo ) e mangiare? In mezzo al libro ad un certo punto c'è addirittura una ricetta ( che voglio provare ). I personaggi sono un pò stereotipati. Simon è sicuramente il peggiore di tutti, antipatico e egoista come pochi. Se si fosse semplicemente limitato a tradirla con la coinquilina credo che sarebbe stato odioso ma diciamo "normalmente odioso", ma ha addirittura avuto il coraggio di raccontare alla famiglia che era stata lei a tradirlo ( per non tornare con la coda tra le gambe ) insomma, come ha fatto lei lì, davanti a sua madre, a non scoppiare e mettersi ad urlare come una pazza? Poi tra l'altra juliet fa tanto la moralista e non fa altro che lamentarsi perché Simon l'ha tradita e bla bla bla, ma lei venti pagine dopo ( una settimana neanche nella narrazione ) va a letto con il suo capo, sposato e con due figli però continua a chiamare "l'amica" Hanna la puttana ( in effetti forse un pò lo era ), ma ovviamente non pensa a sè stessa nello stesso modo, lei ha soltanto " fatto uno sbaglio ". Quando Simon torna a trovarla lei si concede immediatamente, ma come, non lo odiavi perché ti aveva tradito? non avevi detto che non avresti più avuto a che fare con lui? Non ha resistito neanche cinque giorni.. mah. Alcune cose si salvano, altre mi hanno fatto alzare gli occhi al cielo e tra l'altro cosa c'entra il titolo del libro? Contanto poi che quello inglese è completamente diverso ( so che non ve lo aspettavate, sono così poco creativi i nostri traduttori ), come gli è venuto in mente un titolo che non c'etra ASSOLUTAMENTE NULLA? mah.