Innocenti Bugie - Elizabeth Chandler Si legge tutto d'un fiato, e questa è una cosa positiva, anche perché in certi capitoli non riuscivo a smettere di leggere e dovevo assolutamente sapere come sarebbe andata avanti la trama. La protagonista ( Lauren ) non è nè fastidiosa, nè esagerata anche se in alcuni punti è un pò troppo ingenua e buona ( io non avrei mai fatto così da "serva" ad Holly, nè sarei cascata così tra le braccia di Nick dopo che le aveva detto 10.000 volte che andava con tutte le donne che trovava ) ma tutto sommato non dà fastidio. Non mi è piaciuta per niente la storia d'amore. Frettolosa, scontata e "forzata". Lui è un donnaiolo, precisa fin dall'inizio che praticamente per lui una donna vale zero ma si innamora di lei immediatamente, e ovviamente finiscono insieme ( banalità ). La storia non è stupenda, sarà che ho letto troppo libri thriller/gialli,ma io ho capito benissimo fin dall'inizio chi era il "colpevole", anche se devo ammettere che non ho mai sospettato di un coinvolgimento di Frank. Se avessi dovuto tirar fuori un complice avrei detto Nick, soprattutto dopo l'incidente della serra, e tutto il retroscena con Nick è stato probabilmente l'unico che mi ha stupida alla fine ( oltre al fatto che lei era figlia di Jule, in effetti ). Il libro comunque è carino, e mi piace lo stile di scrittura di Elizabeth Chandler perché non si perde in cose inutili e tutto quello che viene raccontato serve per svelare il colpevole.